You are here: Home // Politica // Grazzanise, terremoto in Comune, sfiduciato Gravante, in 7 si dimettono, il sindaco va a casa

Grazzanise, terremoto in Comune, sfiduciato Gravante, in 7 si dimettono, il sindaco va a casa

Grazzanise (Caserta) – In 7 tra maggioranza e opposizione sfiduciano il governo cittadino. Grazzanise, l’amministrazione targata Vito Gravante è stata nel pomeriggio di ieri mandata a casa attraverso un atto congiunto di sfiducia tra maggioranza ed opposizione.

vito gravante grazzanise

I personalismi, la prepotenza e il dolce far niente collegati ad un vortice vertiginoso di troppi malintesi, hanno definitivamente negli ultimi periodi lacerato e ridotto in brandelli una storia amministrativa che in verità, non ha mai avuto storia e che peggio ancora è finito per polverizzarsi anticipatamente a undici mesi prima dalla sua scadenza naturale dal mandato ordinario.

Stando alle solite voci dei soliti ben informati, a Grazzanise a portare alla definitiva rottura dell’asset di governo sono stati la mancanza di una leadership di carattere “mai riconosciuta in Vito Gravante ” che da troppo tempo (diversi mesi) è finita per decretare come peggiore delle cose, per mancanza di una linea politica programmatica unitaria una sorta di ingorgo paradossale del senso comune, che a sua volta finiva per cadere ostaggio delle più classiche beghe interne di palazzo, di una maggioranza troppo litigiosa, ma al tempo stesso troppo poco concreta e pratica nel dettare risposte operative ed incisive per il territorio.

A portare al fallimento dell’amministrazione municipale di Grazzanise oltre all’inerzia è stato pure il comportamento quasi da padre padrone esercitato per pavidità dal sindaco verso i suoi stessi membri di maggioranza.

I dissapori e le fratture sempre più profonde delle scorse settimane mai ripianati, sono stati il primo netto segnale dell’evidente sbriciolamento che incontrovertibilmente si allargava con la fuori uscita dall’esecutivo della giunta municipale, attraverso le dimissioni dalla carica di assessore di Gabriella Parente prima e Giuseppe Raimondo poi.

Un primo passo che precedeva quello che nel pomeriggio di ieri, si è definitivamente consumato presso un noto studio notarile della zona, dove a darsi appuntamento per la sottoscrizione del documento di sfiducia al sindaco Gravante, sono stati in sette tra maggioranza e opposizioni.

A decretare il tutti a casa per la maggioranza sono stati due ex assessori Gabriella Parente e Giuseppe Raimondo insieme ad un terzo consigliere il senza motivazione eletto per caso Domenico Zambone.

A sottoscrivere il documento per le opposizioni invece sono stati, per il gruppo “Nuovi Orizzonti” i consiglieri Orsolina Petrella e Federico Conte, che congiuntamente ai colleghi di minoranza “Senso Civico” Enrico Petrella e Pasquale Carlino, hanno così voluto segnare il definitivo punto fine ad una amministrazione comunale contraddistintasi per ignavia e superficialità. Raffaele Settimo

Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista