You are here: Home // Arte e Cultura // Teverola, Il mondo comics: un secolo di storia, conclusa con successo la mostra al Jambo

Teverola, Il mondo comics: un secolo di storia, conclusa con successo la mostra al Jambo

Teverola (Caserta) – Si è conclusa domenica 26 maggio, la mostra allestita, che a partire dal 27 Marzo scorso, ha visto protagonista il fumetto, all’ interno del centro commerciale Jambo, in occasione dei cento anni di storia.

Il termine fumetto si riferisce alle nuvolette simili a sbuffi di fumo, è un valido mezzo, per la promozione la fantasia e il genio creativo. Il fumetto è portatore di magia, è questo si sa, è il sentimento della libertà di espressione.
61914927_407450926767713_3472608546330247168_n

61948264_847640858928808_6510507127461642240_n (2)

La storia del fumetto è ricchissima di personaggi inventati che hanno suscitato la simpatia e l’ ammirazione. Il concetto di identità è molto forte. Il mondo comics, e il mondo di ognuno di noi, si è toccato con mano, in un girotondo a colori, di tavole esposte, pronte a parlare al bambino che siamo stati.

La mostra è stata l’occasione, non solo per ammirare le tavole, ma per sognare più forte. Le tavole hanno preso vita, tracciando con i loro segni, e colori, universi a più entrate emozionali. L’evento non è stato solo un viaggio, nel fantastico mondo del fumetto ma soprattutto nell’arte.

Il fumetto è un apripista ad altri campi di sapere, oltre ad essere un genere letterario illustrato, pari di altre realtà artistiche e culturali. Raccontare il fumetto, attraverso percorsi di grafia, veicolare messaggi, è una grande responsabilità in cui emerge tutta la preziosa sensibilità dell’animo umano, a tal punto che ha incantato grandi e piccini.

Perché avvicinare le persone al fumetto? Per la bellezza profonda, che racconta la vita. Insomma, la grande avventure, le vicende di gesti coraggiosi, è la prova sottile di come il fumetto può e deve fare spettacolo.

Anna Dello Margio

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista