You are here: Home // Sport // Cagliari / Napoli 0 – 1. Esercizi di stile.

Cagliari / Napoli 0 – 1. Esercizi di stile.

ciuccioQuasi indescrivibile, da esercizi di stile tipo parlare di Cagliari capoluogo della Sardegna, regione italiana a forte attrazione turistica.
Sembrava questo lo scorrere di Cagliari / Napoli. Più spigliati i padroni di casa, quasi spaesati e senza molta concentrazione e convinzione i “nuovi inediti” di Carlo Ancelotti.
Tra sbadigli e pericoli creati dal Cagliari si spegne la prima frazione.
Il pensiero va subito a chi è seduto in panchina, nel senso dei calciatori non dell’allenatore. Tirare fuori dal cilindro, questa volta per l’allenatore, i cambi giusti. Ma non è giusto che sia così e, per di più, non è detto, vista la giornata e i possibili strascichi, che i “più noti” rendano meglio degli “inediti”.
Nessun innesto nell’immediatezza. Le cose sembrano andare leggermente meglio, ma non c’è la determinazione giusta.
La squadra di casa inizia a sentire la fatica. I cambi non incidono molto, perché il “clima” è quello, ma prima del lungo recupero, decretato per i numerosi acciacchi occorsi agli stremati padroni di casa, il subentrato Mertens riesce a sgusciare tra due avversari che lo mettono giù poco prima della lunetta dell’area di rigore. Calcio di punizione, seppure tra le proteste – ingiuste – di Maran.
C’è folla sul pallone; tanti i pretendenti, anche tra i subentrati. Ma una voce arriva forte a dettare il nome dell’esecutore. Lui ringrazia, parte, colpisce e la mette lì dove né la barriera né il portiere possono arrivare.
Così, sperando non ci siano gelosie, Milik diventa il capocannoniere del Napoli.
Nulla da aggiungere ed archiviare, ad uso esclusivamente per gli annali, la vittoria.
La scrittrice polacca Eva Stachniak in un romanzo scrive: “Gli artisti sono sempre gelosi l’uno dell’altro”.
Michele Laperuta

Tags: , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista