You are here: Home // Politica // S. Maria C.V., Incendio Stir, Marino: “non possiamo essere lasciati soli. Zinzi: “lo Stato in prima linea”

S. Maria C.V., Incendio Stir, Marino: “non possiamo essere lasciati soli. Zinzi: “lo Stato in prima linea”

S.Maria Capua Vetere (Caserta) – “I comuni, i sindaci di questo territorio non possono essere lasciati soli, le istituzioni regionali e nazionali devono starci accanto”.

Lo ha detto il sindaco di Caserta Carlo Marino, da pochi giorni anche presidente dell’Ato Rifiuti, intervenendo in prefettura al Comitato per l’ordine Pubblico e la Sicurezza, convocato dopo l’incendio allo Stir di Santa Maria Capua Vetere e presieduto dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

G. Zinzi

“Non basta semplicemente aumentare le forze dell’ordine per il controllo del territorio – ha aggiunto Marino – ma occorre una seria programmazione e progettazione sul ciclo integrato dei rifiuti. Questi episodi creano, giustamente, paura nelle nostre comunità e invece noi dobbiamo creare le condizioni per creare un nuovo modello di gestione. La provincia di Caserta, anzi, deve diventare un vero e proprio laboratorio – e qui parlo da presidente dell’Ato Rifiuti – con l’approvazione da parte del Consiglio d’Ambito del primo Piano d’Ambito in Regione Campania che punti non solo alla differenziata ma anche al riciclo.

Ma la realizzazione di ciclo integrato dei rifiuti passa necessariamente attraverso l’impiantistica. Dobbiamo costruire in provincia di Caserta un sistema – ha concluso il sindaco del Capoluogo -che sia autosufficiente, che si sostenga da solo, che sia un modello per l’intera regione. Ma per fare questo abbiamo bisogno del supporto della stessa Regione, delle istituzioni nazionali e di quelle del territorio”.

INCENDIO STIR, ZINZI: “LO STATO SIA IN PRIMA LINEA CON L’ESERCITO A VIGILANZA DEI SITI. IL PATTO DELLA TERRA DEI FUOCHI È DA RISCRIVERE”

“L’ennesima notte di paura e disperazione per il nostro territorio. L’altro giorno Marcianise, prima ancora Pastorano, Caivano e San Vitaliano. Ieri notte l’incendio allo Stir di Santa Maria Capua Vetere domato grazie ai vigili del fuoco ai quali va ancora una volta il nostro plauso. Siamo in guerra ed è inutile girarci attorno, il nemico è lo stesso di sempre e si chiama camorra. Adesso tocca a noi non far prevalere lo sconforto, la paura e la speculazione su questa terribile emergenza, ma trovare la forza per difenderci e chiedere allo Stato di stare sul campo.

Uno Stato forte, presente e attrezzato può darci un segnale subito: l’esercito a presidio dei siti di rifiuti, divenuti ormai bersagli sensibili. Avere un nuovo ‘Patto per la Terra dei Fuochi’ che preveda anche la militarizzazione degli impianti è diventata una priorità. Chiediamo un impegno, serio ed immediato, per fronteggiare questo nuova emergenza che rappresenta un attacco frontale alla parte sana, onesta e pulita del nostro territorio”. Lo ha scritto sulla sua pagina facebook il presidente della Commissione legislativa ‘Terra dei Fuochi, ecomafie, bonifiche’ del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi.

Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista