You are here: Home // Sport // Napoli /Atalanta 0 – 2. Brevi digressioni sulla favola.

Napoli /Atalanta 0 – 2. Brevi digressioni sulla favola.

stadio San PaoloIl brutto inizio di una favola a lieto fine, oppure l’inizio del brutto finale di una favola che ha un lieto inizio ?
Recentemente ho letto che ai bambini spesso si leggono e/o raccontano le favole scevre da eventi negativi e brutta fine. In questo modo, secondo gli esperti, non si educherebbe il bambino ad affrontare le difficoltà che la vita man mano presenta perché questi cresce nella consapevolezza che c’è sempre un lieto fine e che eventi nefasti o luttuosi non esistono o, se presenti, risultano marginali e legati puramente ad esigenze di trama, diremmo oggi di “fiction”.
Ecco, oggi noi tifosi del Napoli, mi ci metto dentro anche io che pure ne scrivo, siamo dei bambini a cui dei “grandi”, o presunti tali, stanno raccontando una o più favole. Questi “grandi” non hanno ancora deciso, forse neanche loro lo sanno, che finale raccontare.
Quello che i “grandi” non hanno capito, invece, è che possono tranquillamente raccontare a “questi” bambini la vera storia, la vera morale della favola.
Da bambini acuti, svegli, al di là delle favole, che pure servono – a prescindere dai finali -, viviamo anche noi la realtà, andiamo a scuola, impariamo, iniziamo a saper distinguere, sappiamo bene che anche a saper distinguere non ci sarà mai tutto di buono o tutto di male in uno stesso fatto, in uno stesso evento, in una stessa favola.
Chissà che non venga il giorno in cui la domanda inziale se la dovranno porre i “grandi” su segnalazione dei bambini.
Su bambini ora a letto presto, perché noi bambini ci teniamo a che la favola continui e abbia pure un lieto fine, anche se sappiamo che la brutta fine può essere dietro l’angolo, o meglio dietro le parole e i numeri, da un momento all’altro.
In questa favola c’è il meglio della premiata ditta De Laurentis – Sarri.
“Egregio signore, noi in data odierna ci siamo degnati di venire in questa misera casa al cospetto di lei, che, in fondo, sebbene danaroso, è un disgraziato”, Totò dal film “Miseria e Nobiltà”.
Michele Laperuta

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista