You are here: Home // Attualità // Caserta, Movimento Unitario Giornalisti: «No a ingresso in Fnsi, non tutelati giornalisti precari»

Caserta, Movimento Unitario Giornalisti: «No a ingresso in Fnsi, non tutelati giornalisti precari»

Caserta – Il Movimento Unitario Giornalisti ha deciso di declinare l’invito a entrare nella Federazione Nazionale della Stampapreferendo continuare la sua attività sindacale in maniera indipendente dalle strutture romane. Si tratta di una decisione presa all’unanimità dal Consiglio direttivo, nel pieno dello spirito che anima il Movimento Unitario Giornalisti, prima realtà associativa in Campania per numero di iscritti fra i giornalisti professionisti e i giornalisti pubblicisti.

«Avevamo chiesto alla Fnsi, quale punto non negoziabile, di tenere conto della drammatica situazione del comparto editoriale in Campania, con colleghi che hanno difficoltà a far quadrare il bilancio familiare. La condizione per confluire in Fnsi era quella di ridurre fortemente le quote annuali per i giornalisti precari».
Il costo di questa operazione sarebbe stato interamente a carico del sindacato della Campania che beneficia – non tutti i colleghi lo sanno – di un cospicuo finanziamento attraverso l’Inpgi, il nostro istituto di previdenza. Soldi dei giornalisti dunque, che secondo il MuGi devono ritornare ai giornalisti con un criterio sociale, aiutando e tutelando soprattutto i meno tutelati, com’è giusto che un sindacato faccia.

Avremmo inoltre voluto chiedere l’azzeramento di ogni compenso per le cariche sindacali del costituendo Sindacato dei giornalisti Campania, intendendo il lavoro di rappresentanza dei colleghi a scopo assolutamente gratuito.
Così non è stato: la Federazione della Stampa, nonostante l’iniziale disponibilità al dialogo del presidente Santo Della Volpe e del segretario Raffaele Lorusso si è dimostrata sorda alle istanze del Mugi, che ha dunque declinato l’ingresso in Fnsi.

«Intendiamo continuare a lavorare per i nostri iscritti senza soluzione di continuità» spiegano i dirigenti del Movimento Mimmo Falco, Massimiliano Musto, Alessandro Sansoni, Riccardo Stravino, Ciro Pellegrino: «Il Mugi, insieme all’Associazione della Stampa Valle del Sarno, all’Assostampa Napoli Nord, all’Assostampa Flegrea, all’Associazione giornalisti Terra di Lavoro, all’Assostampa Sannio, all’Assostampa Irpinia, al Movimento Giornalisti Area Stabiese–Sorrentina e all’associazione Giornalisti precari e freelance della Campania sta continuando e continuerà a offrire tutela legale, supporto professionale e decine di convenzioni gratuite ai giornalisti della Campania».
«Ciò, a differenza di altri, senza discriminare nessuno per motivi di reddito. Tuteleremo tutti coloro che vorranno, anche a coloro i quali non possono pagare il salato costo d’iscrizione a un sindacato».

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista