You are here: Home // Eventi // San Prisco, Paola Paesano e le sue bufale all’Elegance: “il mio messaggio a favore del comparto”

San Prisco, Paola Paesano e le sue bufale all’Elegance: “il mio messaggio a favore del comparto”

San Prisco (Caserta) – C’era anche un po’ di Carditello al Vernissage di Paola Paesano che si è tenuto ieri alle 18.30, presso il Risto-lounge bar Elegance sito in viale Europa a San Prisco. Durante l’attesa a sorpresa, il presidente dell’ass. Pianeta Cultura, è arrivato, poichè interessato alle opere esposte che ha associato alla storia di Carditello ed ha attratto l’attenzione dei presenti raccontando di come le bufale erano, ai tempi della dinastia dei Borboni, parte integrante del Real Sito di Carditello. Infine, l’esposizione di Paola che ha avuto un’importante impatto sugli ospiti con una dialettica fluida e simpatica, catturando fino alla fine l’attenzione degli ospiti.

foto paola
I dipinti dell’Artisti sono principalmente animali, di cui possiede oltre cinquemila foto. Gli animali che ispirano Paola, sono principalmente animali da cortile bufale, galline, maiali, e tutti sono raffigurati nelle sue opere.

Paola Paesano ha raccontato i suoi esordi con l’arte del modellamento della creta prendendo lezioni dal maestro Giliberti da cui ha anche, in seguito, appreso l’arte della pittura. Una vocazione nata all’improvviso andando a riempire il vuoto di cui era consapevole e che le ha dato la possibilità di riempire la sua vita. L’artista ha raccontato che realizza i suoi dipinti con le foto fatte alle bufale che visita per il suo lavoro da veterinaria. “Certo non basta fare la foto, bisogna immaginarselo il quadro, la bufala è un mezzo espressivo, un messaggio che conosco ma che non sto a raccontare poiché conosco molte cose, belle e brutte, ed il messaggio che da la bufala dipinta è anche politico, per dare spazio a questo comparto tartassato colmo di problemi”.

La tecnica di Paola Paesano, è essenzialmente olio su te,a, ella inizia a dipingere senza conoscere il finale del quadro, in modo lucido, per poi scoprire solo alla fine il risultato. “Non capisco come ci si può rilassare disegnando e dipingendo – dice l’artista – io non mi rilasso, al contrario, sono tesa, solo alla fine mi rilasso quando vedo il prodotto finito. Smetto perché esausta e lascio che sia quello che è emerso. Inoltre, in un dipinto c’è sempre da correggere, da rivedere non si è mai contenti al cento per cento di ciò che realizzi vuoi sempre migliorare, pensi sempre che potresti averlo fatto meglio”.

Paola continuerà a dipingere solo animali e natura poichè, come ha detto: “ non mi interessa l’umano”. La sua bufala inoltre, ha vinto un importante premio e la sua foto, è pubblicata nelle migliori riviste di arte. E noi facciamo un in bocca al lupo all’artista Paola Paesano.

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista