You are here: Home // Politica // Caserta, gestione monocratica della provincia, Brancaccio tira le orecchie a Zinzi

Caserta, gestione monocratica della provincia, Brancaccio tira le orecchie a Zinzi

Caserta – «Il riassetto della giunta non può continuare ad essere un’arma nelle mani del presidente per estromettere i partiti dalla gestione della cosa pubblica.


Per questa ragione, è necessario che, ad horas si provveda a convocare un consiglio provinciale utile a fare chiarezza sulle diatribe amministrative, ma, soprattutto sulle reali intenzioni politiche del presidente. Con una crisi così forte e con tutte le emergenze irrisolte, non si può continuare con giochi e giochini a portare avanti una gestione monocratica di un ente ancora centrale per lo sviluppo di questo territorio». Non usa mezzi termini il consigliere indipendente Angelo Brancaccio per fotografare il momento che sta vivendo la Provincia.

«Appare chiaro che Zinzi non ha intenzione di dare la giusta rappresentanza politica a quelle forze, come il Pdl e il Nuovo Psi, che hanno determinato la sua vittoria elettorale – ha spiegato – L’amplificare il dibattito interni ai partiti, il tergiversare su questioni normative, significa solo voler perdere tempo per continuare a decidere da solo. La convocazione di un consiglio, per questa ragione, ci permetterò di capire qual è la posizione del collega Zaccariello, quali sono le volontà politiche del presidente.

E’ antidemocratico continuare a governare con una giunta monocolore che è espressione solo della famiglia Zinzi e nemmeno dell’Udc».

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Copyright © 2010 Comunico Caserta. All rights reserved.
Designed by Diego De Nardo e Angelo Evangelista